Quattro passi all’Havana e incontri Enrique Iglesias Quattro passi all’Havana e incontri Enrique Iglesias

Incontrare quando meno te lo aspetti Enrique Iglesias: la magia dell’Havana sta anche in questo.

In una normale giornata di inizio gennaio, quando la Capitale ancora sta smaltendo apparentemente sonnecchiosa gli ultimi flussi di turisti venuti a Cuba per festeggiare il Capdodanno, qualcosa di poco consueto sta succedendo nella calle Teniente Rey.

L’11 gennaio 2017, a poche decine di metri dalla Plaza Vieja, che recentemente ha ritrovato il suo massimo splendore con la conclusione dei restauri dei palazzi che circondano il perimetro rettangolare, su un pullman rosso fuoco vedo ballare sul tetto a ritmi di salsa-regetton Enrique Iglesias, una delle star indiscusse della musica mondiale  assieme al cantante cubano Descemer Bueno.

I due cantanti ballano sulle note di “Subeme la Radio”, la canzone che sta spopolando anche in Italia in queste settimane e che si appresta a diventare con ogni probabilità l’hit dell’estate.

La folla in delirio ma rispettosa del lavoro dell’artista e dello scarso servizio d’ordine segue da vicino le riprese del nuovo video mentre un drone sorvola le loro teste. Le case, alcune fatiscenti, e i loro proprietari vivono il loro momento di gloria, diventando la scenografia di un video che oggi conta su YouTube circa 317 milioni di visualizzazioni.

Sotto la nostra testimonianza del making of:

Il successo di Enrique Iglesias e il suo amore per Cuba

Compito ben più arduo sarà invece quello di battere il record dello stesso Iglesias registrato con Bailando insieme allo stesso Descender Bueno e ad un altro straordinario fenomeno della musica cubana, il gruppo Gente de Zona, con il video che  che conta addirittura 2 miliardi di visualizzazoni sul social network di Google.

Intanto proprio ieri Enrique Iglesias, che pochi giorni fa ha compiuto 42 anni, ha tenuto un concerto straordinario a Bologna e stasera a Milano parte del suo «Sex and Love Tour». Pienone in entrambi i casi alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno e al Mediolanum Forum di Assago. La star ha salutato con un Tweet il suo pubblico di Bologna.

L’Havana è diventata negli ultimi due anni un set a cielo aperto, oltre alle pop star che hanno girato o fatto grandi concerti, anche le grandi major cinematografiche non hanno saputo resistere alla tentazione di una scenografia così suggestiva come quella della capitale cubana.

Redazione

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *