E Raul si complimenta con Trump E Raul si complimenta con Trump

La copertina del Granma di oggi spegne le polemiche e le illazioni nate da alcuni articoli pubblicati sulla stampa internazionale che ritenevano l’annuncio di 5 giorni di esercitazioni militari come la risposta di Raul e del governo cubano all’elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti d’America.

Nella colonna sinistra del giornale vicino al Partito Comunista Cubano si sottolinea come il Presidente Raul Castro abbia inviato un messaggio di felicitazioni all’indomani della votazione americana, seguendo quanto fatto da altri capi di Stato e di istituzioni governative.

Granma sottolinea come Trump abbia indicato nel suo discorso di apertura l’interesse per un dialogo aperto e rispettoso con tutti i paesi che hanno relazioni con gli Stati Uniti.

La paura per un ritorno al recente passato che possa cancellare quanto fatto di buono dalle diplomazie nel riavvicinamento tra Cuba e gli Stati Uniti sembra allontanarsi. Certo il Presidente uscente Barack Obama ha rappresentato un simbolo di questo auspicato cambiamento. La speranza è che Trump pur se mosso da ragioni diverse da quelle di Obama possa considerare l’eliminazione dell’embargo qualcosa di necessario anche davanti ad un Congresso da sempre ostile.

Redazione

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *